Montovolo Retreat 13

 Da Montovolo a Volterra: ritrovati tutti assieme i simboli dei Centri Oracolari Etruschi (versione in Inglese)

 

Sono andato a visitare il museo Guarnacci di Volterra a ! Uno spettacolo meraviglioso perchè ho ritrovato un pò ovunque, nelle sue sale, nelle sue urne funerarie, i simboli che mi avevano permesso di identificare1in Montovolo un centro oracolare etrusco e forse "ombelico" della cultura etrusca in epoca arcaica. Ciò che ho visto a Volterra ne è una ulteriore inoppugnabile conferma ! Non voglio svelare, per ora , nei particolari ciò che ho trovato, ma invito i miei lettori (che so essere molti) a visitare questo Museo ricordando quanto ho detto nelle mie pagine precedenti. Voglio che anche voi possiate provare la forte emozione di ritrovare in quelle particolari urne, in quei particolari reperti, finora mai presi in esame da altri, tutti quei simboli che avevo ipotizzato fossero usati anche dagli Etruschi. Non ne avevo la totale certezza ma ora vedendoli tutti assieme come se mi aspettassero, alcuni potendoli anche toccare, ho provato una gioia enorme. Anche mia moglie che mi accompagnava e che è stata all'inizio un pò dubbiosa sulle mie ricerche iconologiche , è rimasta molto sorpresa ed ora non ha più dubbi sulle mie, un tempo, ipotesi, ora verità ! Queste certezze avranno molte altre importanti implicazioni sulla mia ricerca che ora sta percorrendo anche i secoli bui del primo cristianesimo per giungere ai giorni nostri e che spero un giorno di pubblicare nella sua totalità. Mi limito a dire che anche la mia teoria che spiega in base a questi simboli l'origine prettamente orientale della cultura etrusca (che ho riportato in un altro mio sito2 ed in un documentario prodotto e distribuito ora in America 3) trova un'ulteriore conferma in questi reperti di Volterra e dintorni. L'origine anatolica mesopotamica della lingua Etrusca e quindi anche della loro cultura è stata dimostrata su basi etimologiche dal Professore Giovanni Semerano 4, eminente filologo scomparso nel luglio del 2005. Purtroppo molti accademici continuano ad opporsi alle sue teorie perché inficerebbero quanto da loro detto ( ..basato solo su preconcetti ideologici e di convenienza 5)). Spero che le nuove generazioni di accademici sappiano riconoscere totalmente il lavoro immenso di questo solitario studioso che ha dedicato tutta la sua vita per farci ritrovare il significato originario di molte nostre parole. Anche i simboli dell'Uovo, della croce inscritta in un cerchio , dei due colombi , del serpente, dei "codici arborei", tutti tra loro collegati e che ho trovato tutti insieme a Volterra, e di cui credo di aver decodificato il significato, ci portano alla cultura anatolica mesopotamica come origine anche degli Etruschi e quindi anche nostra, poichè a questo popolo, nostro progenitore, dobbiamo moltissimo della nostra cultura occidentale e che, volenti o nolenti, continuiamo a trasmettere con il nostro genoma.

Volterra

 

Referenze

a) Volterra é chiamata Velathri dagli Etruschi . Giovanni Semerano riporta nel suo libro Il popolo che sconfisse la morte ed Bruno Mondadori 2003, a pag 70 l'etimologia di tale nome che deriva dall'accadico bél.asri.bél ( signore del territorio)

1) G. Baccolini , Hera ,16,61, 2001, ibidem , 76, 2003.

I miei studi sul sito di Montovolo sono riportati anche nelle seguenti pagine Web: http://www2.fci.unibo.it/~baccolin/montovolo-retreats.html

http://www2.fci.unibo.it/~baccolin/sommario.html

http://members.xoom.virgilio.it/Farf/montovoloombelico.htm

http://www.edicolaweb.net/arti051a.htm

2) G. Baccolini , Riflessioni sulla civiltà Etrusca : http://members.xoom.virgilio.it/Farf/riflessetr.htm

3 ) J. Michael Olafson, Stones and Segret : Pursuing the Lost Origin of Ancient Etruria http://www.vintageadventure.com/flash/history/default.asp

4) Giovanni Semerano, L'infinito: un equivoco millenario, ed.Bruno Mondadori, 2000; Il popolo che sconfisse la morte ed Bruno Mondadori 2003; La favola dell'indoeuropeo ed. Bruno Mondadori 2005

Giovanni Semerano, eminente filologo, ha ottenuto a Firenze, nel 2001, la "Targa d'Argento" dal Presidente della Regione Toscana Riccardo Nencini, per i suoi studi, condotti per oltre quarant'anni, sull'origine delle lingue, con particolare riguardo alla lingua Etrusca che deriverebbe, secondo Semerano, dall'Accadico-Sumerico. Anche le lingue europee deriverebbero dall' Accadico e quindi l'indoeuropeo è una mera favola. http://www.consiglio.regione.toscana.it/Informazione/pubblicazioni/tcr/2001/010718_numero_09/06_targa_dargento_al_filologo_giovanni_semerano.asp

Leggere questi articoli su Giovanni Semerano:

Umberto Galimberti , Le peripezie di un Autore scomodo , La Repubblica , Luglio 2005 che ha riproposto per ricordare Giovanni Semerano

.http://www.dissidenze.com/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=1039&mode=thread&order=0&thold=0&MDPROSID=340afcbbc001f45baa152fcbd86ac46c

oppure http://railibro.lacab.it/emma/zoom.phtml?ns=2693

Sergio Frau, Così la Terra cominciò a parlare, La Repubblica, 29 Aprile 2000, http://lgxserver.uniba.it/lei/rassegna/000429.htm

5) Sergio Frau , Etruschi , così il fascismo ne cancellò le origini, La Repubblica , maggio 2001, riportato in questo sito: http://www.parcodiveio.it/_ita/__rassegna_stampa/articoli_008.htm

 

Ottobre 2005

Prof. Graziano Baccolini,

Università di Bologna, Dipartimento di Chimica Organica

E-mail: baccolin@ms.fci.unibo.it

 

Index